Obesità e chirurgia protesica

Sono un Chirurgo Ortopedico, specializzato in patologie dell’anca e del ginocchio, con una solida formazione accademica e professionale. Laureato in Medicina e Chirurgia nel 2012 presso l’Università degli Studi di Milano, ho successivamente conseguito la specializzazione in Ortopedia e Traumatologia nel 2019. La mia esperienza si è arricchita grazie alla collaborazione con esperti del calibro del Dr. Filippo Randelli e del Prof. Pietro Simone Randelli.

La mia carriera ha incluso ruoli significativi presso l’Istituto Clinico Città Studi e l’Istituto Ortopedico Galeazzi. Attualmente, pratico presso il Policlinico San Donato Milanese, dove mi dedico principalmente alla chirurgia protesica mini-invasiva, adottando metodologie innovative come l’approccio anteriore mini-invasivo per l’anca e la chirurgia protesica robotizzata del ginocchio, sempre personalizzata secondo le esigenze di ogni paziente.

Questo blog mira a condividere approfondimenti, aggiornamenti e riflessioni sul campo della chirurgia ortopedica, fornendo una finestra sulla mia pratica professionale e sulle ultime innovazioni nel trattamento delle patologie dell’anca e del ginocchio. Seguitemi per esplorare insieme il mondo della chirurgia ortopedica avanzata.

Ortepidico Ginocchio
Obesità e Protesi

Introduzione all'obesità e alla chirurgia protesica

L’obesità è una malattia caratterizzata dall’eccessivo accumulo di grasso corporeo, che può causare squilibri metabolici significativi. Quando l’indice di massa corporea supera il valore di 30, si considera che una persona sia affetta da obesità. Questa condizione può favorire lo sviluppo di diverse patologie, tra cui l’artrosi, poiché il sovrappeso aumenta il carico sulle articolazioni, in particolare su anca e ginocchio, aumentando il rischio di usura precoce della cartilagine.

Ostacoli alla chirurgia protesica nei pazienti obesi

In passato, l’intervento chirurgico per la sostituzione protesica era spesso ritardato nei pazienti obesi poiché si riteneva che il peso eccessivo potesse causare un’usura precoce dei materiali protesici. Questo ha portato i pazienti ad affrontare un dilemma: da un lato, la necessità di perdere peso prima dell’intervento; dall’altro, le difficoltà legate all’artrosi che rendevano difficile l’attività fisica per dimagrire.

Avanzamenti nella chirurgia protesica per pazienti obesi

Grazie agli sviluppi tecnologici e alle migliorie nelle tecniche chirurgiche, oggi è possibile impiantare protesi in sicurezza anche in pazienti obesi. Materiali più resistenti e accorgimenti tecnici specifici consentono una ripresa funzionale più rapida, riducendo il rischio di complicanze legate all’immobilità post-operatoria.

Considerazioni e precauzioni nella chirurgia protesica per obesi

È importante notare che la chirurgia protesica nei pazienti obesi richiede precauzioni speciali, come l’uso di fittoni o materiali specifici, per garantire il successo dell’intervento e la rapida ripresa funzionale. Inoltre, i pazienti devono essere informati dei rischi e delle complicanze associate all’intervento, comprese le infezioni e le fratture periprotesiche.

Impatto positivo della chirurgia protesica per obesi

Nonostante i rischi maggiori associati alla chirurgia protesica nei pazienti obesi, questa procedura offre loro la possibilità di migliorare significativamente la qualità della vita, riducendo il dolore e aumentando la mobilità. In alcuni casi, può anche favorire la perdita di peso attraverso un aumento dell’attività fisica.

Impatto positivo della chirurgia protesica per obesi

In conclusione, l’obesità non è più un limite assoluto alla chirurgia protesica. Grazie ai progressi nella tecnologia e nelle tecniche chirurgiche, sempre più pazienti obesi possono beneficiare della sostituzione protesica per migliorare la loro salute e ridurre il peso corporeo in eccesso. Tuttavia, è fondamentale considerare attentamente le condizioni individuali del paziente e informarlo adeguatamente sui rischi e sui benefici dell’intervento.

Hai bisogno di maggiori informazioni?

Compila il form qui sotto

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.
Nome
Torna in alto